Incontri

“ESSERE GENITORI, UN’ARTE IMPERFETTA”

COME ISCRIVERSI

  • Scarica l’App Eventbrite oppure clicca qui sotto “Vai all’incontro” desiderato;
  • Registrati su Eventbrite crando un tuo account personale;
  • Ricerca gli eventi “Essere genitori un’arte imperfetta” (li troverai numerati da 1 a 7);
  • Scegli l’evento a cui vuoi partecipare;
  • Fai click su “Biglietti” (ti ricordiamo che sono gratuiti);
  • Scegli quanti biglietti acquistare (al massimo 2 per ogni ordine);
  • Fai click su “Registrati”;
  • Inserisci i tuoi dati, e quelli delle persone per cui stai prenotando (per ognuna di loro dovrai comunicare nome, cognome, mail, sesso e città di residenza;
  • Fai nuovamente click su “Registrati”;
  • Riceverai i biglietti via mail, ma i biglietti saranno anche direttamente disponibili sulla tua app Eventbrite;
  • Mostra il biglietto direttamente dal tuo smartphone all’ingresso della serata a cui parteciperai.

COME DISDIRE UNA PRENOTAZIONE

  • Accedi al sito www.eventbrite.it con il tuo account;
  • Seleziona il biglietto per cui vuoi disdire la prenotazione;
  • Fai click su “Annulla ordine”;
  • Attenzione, sei obbligato a disdire l’ordine intero, dunque se avevi prenotato per due dovrai disdire per entrambi e riprenotare per chi viene

 

Per informazioni scrivere all’indirizzo: genitoriarteimperfetta@gmail.com

   Scarica la Locandina
Set 27
L’unione fa la coppia – Edizione speciale aperta a tutte le coppie
Parrocchia Madonna dei Poveri - Via Amerigo Vespucci 17, 10093 Collegno
   Scarica la Brochure

“Vivere la relazione”

Questo è il tema che proponiamo come filo conduttore della settima edizione di “Essere genitori, un’arte imperfetta“. Educheremo i nostri figli ad amare se saremo, noi per primi, genitori capaci di gesti di tenerezza e dolcezza, di vivere relazioni autentiche, coerenti, e costruttive, di andare oltre l’incomprensione e il conflitto. Li cresceremo liberi e sereni se sapremo abbracciarli, e se in quell’abbraccio ci saranno ascolto, parola, accoglienza, sostegno, sacrificio, perdono e capacità di vedere, oltre loro, l’orizzonte della vita. Li renderemo capaci di generare vita se la nostra famiglia saprà prendersi cura delle relazioni al suo interno e nella società, con attenzione e responsabilità.

   Scarica in formato PDF